GAMES RATING

CONSIGLI PER I GENITORI

Decalogo per un acquisto informato e consapevole dei videogiochi
 
 
I videogiochi sono fra i prodotti più richiesti dai minori soprattutto nel periodo natalizio. Date le caratteristiche di innovazione tecnologica e di interattività del mezzo, il loro utilizzo può essere molto gratificante e rafforzare le abilità e le conoscenze del giocatore, mettendolo nelle condizioni di prendere decisioni e in molti casi di risolvere problemi. Al tempo stesso però è importante assicurarsi che i contenuti del gioco siano adeguati all’età del giocatore e che venga fatto un uso responsabile e corretto del gioco stesso.
 
A tal fine AESVI ha elaborato consigli utili per i genitori che si trovino ad effettuare scelte d’acquisto di videogiochi per un minore.
 
1/ Consultate la classificazione per età e la descrizione dei contenuti che compare sulle confezioni di ciascun gioco.
La classificazione dei videogiochi risponde a una serie di criteri concordati internazionalmente mediante il sistema di classificazione PEGI – Pan European Game Information. Tale sistema permette di sapere se i contenuti del videogioco sono adatti a tutte le età (3), o se sono indicati ai maggiori di 7, 12, 16 o 18 anni. Allo stesso tempo, consente di sapere se il videogioco contiene scene di violenza, sesso, immagini che possono incutere paura, riferimenti al consumo di droghe, linguaggio scurrile o discriminazione di qualsiasi genere. Le indicazioni del sistema di classificazione PEGI sono raccomandazioni e pertanto possono non corrispondere a quanto voi ritenete adeguato per i vostri figli.
 
2/ Informatevi sul livello di difficoltà tecnica del videogioco.
La classificazione dei videogiochi PEGI si riferisce solo al contenuto e non al grado di difficoltà tecnica del gioco o alla destrezza necessaria per utilizzarlo. Per avere maggiori informazioni su questi aspetti potete consultare le pagine web dei produttori del gioco o le riviste e le guide specializzate o chiedere consiglio direttamente ai rivenditori.
 
3/ Siate presenti nella fase della scelta e dell’acquisto dei videogiochi.
Seguite i vostri figli nella scelta e nell’acquisto dei videogiochi per evitare il rischio che il minore compri o comunque venga in possesso di videogiochi non adatti alla sua età. I videogiochi destinati agli adulti possono contenere un linguaggio scurrile o scene di violenza o a sfondo sessuale o contenuti inadeguati allo sviluppo del minore. Nel caso in cui doveste rilevare qualche anomalia nella classificazione del videogioco, potete rivolgervi all’ente amministratore del PEGI mediante il sito www.pegi.info.
 
4/ Identificate chiaramente il videogioco che avete intenzione di acquistare.
Tenete presente che possono esserci in commercio versioni differenti del medesimo gioco con classificazioni per età diverse, alcune destinate a tutti, altre solo per adulti. Questo può accadere perchè il contenuto di uno stesso gioco può essere diverso a seconda della piattaforma (ad esempio Gameboy, Play Station, Xbox, etc.) e ciò può portare a classificazioni per età differenti. Esistono inoltre molti videogiochi con nomi simili fra loro (quasi sempre in inglese). 
 
5/ Siate scrupolosi al momento di selezionare un videogioco per l’acquisto o per il noleggio.
Tenete presente che, come accade per l’home video o per altre forme di intrattenimento, nella maggior parte dei punti vendita i videogiochi sono collocati in scaffali suddivisi per piattaforma, per genere o per marca, ma non per fascia d’età. In caso di noleggio, spesso i videogiochi vengono forniti senza confezione, pertanto è necessario informarsi presso gli addetti del punto vendita sulla classificazione per età e per contenuto di quel determinato prodotto. 
 
6/ Evitate di acquistare videogiochi non originali.
Al di là delle implicazioni che tale gesto potrebbe comportare sul piano legale, l’acquisto di un videogioco contraffatto può non garantire una corretta classificazione del prodotto e una corrispondenza reale dei contenuti del gioco a tale classificazione. 
 
7/ Ricordate che i videogiochi non sempre si giocano da soli. Favoritene un uso collettivo e in socialità.
Prestate attenzione allo scambio e al download di videogiochi che i minori possono effettuare mediante il computer. In questi casi è difficile controllare la corretta classificazione e l’adeguatezza dei contenuti. Ricordate che ci sono videogiochi ad alto contenuto pedagogico, sebbene a volte non siano i più conosciuti. Informatevi su queste tipologie di prodotti, la cui bontà di valori non ha ragione di essere in conflitto con lo svago e l’attrattiva per i minori. Infine, non dimenticate che molti videogiochi sono pensati per essere giocati in gruppo, non da soli, e che possono essere anche una fonte di discussione tra pari (per approfondimenti sul tema vedi ricerca realizzata dall’Istituto IARD: “Cultura del Videogioco: mondo giovanile e mondo adulto a confronto”). 
 
8/ Stabilite delle regole per favorire un utilizzo corretto e responsabile delle console e dei videogiochi da parte dei vostri figli.
È importante che i vostri figli abbiano regole certe e precise riguardo i limiti del tempo di gioco, la postura corretta, la distanza dallo schermo, l’alternanza tra diversi giochi e altre regole a vostra discrezione. Ricordate che tutte le console di ultima generazione offrono sistemi di controllo parentale in grado di permettere ai genitori di proteggere i minori da contenuti non adatti loro. Per maggiori informazioni visitate i siti Internet delle aziende produttrici delle varie console presenti sul mercato oppure consultate i manuali presenti all’interno delle confezioni dei prodotti stessi. 
 
9/ Cercate di entrare nel mondo dei videogiochi e di giocare insieme ai vostri figli.
Questo vi aiuterà a comprendere meglio le caratteristiche che rendono questa forma di intrattenimento tanto affascinante per i vostri figli; a valorizzarne gli aspetti positivi; ad essere più preparati al momento dell’acquisto e ad ottenere una migliore comunicazione nell’ambiente familiare. 
 
10/ Prendete in considerazione anche gli aspetti tecnici ed economici connessi all’acquisto dei videogiochi.
Prima di scegliere il supporto tecnico da utilizzare per videogiocare, valutate il costo delle console in commercio e degli eventuali complementi di cui necessita il dispositivo per funzionare. Nel caso in cui abbiate già una console in casa, prima di acquistare un videogioco, verificate se la vostra attrezzatura è dotata delle caratteristiche tecniche minime richieste perché il videogioco funzioni correttamente.